MET GALA 2018 – Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination

L'ABITO NON FA IL MONACO?

Lunedì 7 Maggio 2018 si è svolto l’evento più mondano dell’anno al Metropolitan Museum di New York, al pari degli Academy awards della moda, il Met Gala, organizzato da Anna Wintour con la partecipazione di Donatella Versace e Condè Nast, inaugura quest’anno un tema estremamente affascinante e di impatto. La moda e la religione, il profano e il sacro, il diavolo e l’acqua santa. Curata da Andrew Bolton, la mostra Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination aprirà ufficialmente al pubblico il 10 maggio 2018. Ha richiesto circa due anni di preparazione a causa del complesso processo di recupero degli abiti da esporre e a causa delle lunghe difficoltà burocratiche nei rapporti con il Vaticano. La mostra era già stata presentata a Roma a febbraio dove il Monsignor Cardinal Ravasi ha esordito: “L’uomo è ciò che mangia, potremmo anche dire che l’uomo è ciò che veste”

Ma la moda esattamente, quanto può avvicinarsi alla religione? Può il vestiario religioso avere una sua corrente estetica riconoscibile? La religione può davvero abbandonarsi e quindi lasciarsi fortemente influenzare dalle correnti della moda? Per quanto ci risultino paradossali, ossimoriche e difficili da comprendere queste domande, in realtà la risposta è: assolutamente sì.  La moda esiste, è presente e influenza anche il sacro. E viceversa ovviamente.

Paramenti, accessori papali, risalenti a un periodo compreso tra il 1700 e l’inizio del 2000 dialogheranno con abiti e accessori  iconici, eccentrici e straordinari di Alaïa, Balenciaga, Capucci, Chanel, Ann Demeulemeester, Sorelle Fontana, Dolce & Gabbana, John Galliano, Gattinoni, Jean Paul Gaultier, Craig Green, Valentino, Versace, solo per citarne alcuni.

“Moda e religione sono da sempre in stretta correlazione, ispirandosi e influenzandosi a vicenda. Sebbene questo rapporto sia complicato e talvolta contrastato, ha dato vita ad alcune delle più originali e innovative creazioni nella storia della moda” 

Sul red carpet di quest’anno abbiamo visto sfilare attori e attrici di fama mondiale, top model, stilisti e cantanti. Ecco una selezione dei nostri look preferiti.

– Giulia Mantovani